Presentazione della Dichiarazione del Nucleo Comunista Internacional (NCI) del 27 ottobre 2004

Printer-friendly version

Pubblichiamo qui di seguito una Dichiarazione del “Nucleo Comunista Internacional” (NCI) d’Argentina nella quale questo prende posizione sulle tre dichiarazioni del “Circulo de Comunistas Internacionalistas” che costituiscono un violento attacco contro la CCI ([1]). Come si può leggere in questo testo “Il NCI dichiara solennemente che il contenuto di queste dichiarazioni (del “Circulo”) è una sequela di menzogne e di calunnie vergognose lanciate contro la CCI”. Nella misura in cui questo “Circulo” si presenta sul suo sito web come il “continuatore del NCI”, andiamo a vedere brevemente quale legame esiste realmente tra l’uno e l’altro.

Quale legame tra il “Circulo” e il NCI?

Il NCI è un gruppo di elementi in ricerca che avevano rotto con il trotskismo ed hanno scoperto nel 2002 su internet le organizzazioni della corrente della Sinistra comunista. Hanno preso contatto con la CCI nell’ottobre 2003. Durante questo periodo hanno portato avanti delle discussioni sulle posizioni della CCI, e questo li ha portati ad elaborare una piattaforma (che riprendeva per grandi linee quella della CCI) ed a costituire il NCI.

Nell’aprile 2004, una prima delegazione della CCI incontra il NCI a Buenos Aires. Il NCI e la CCI decidono in comune accordo che la stampa della nostra organizzazione (in spagnolo ed in altre lingue) pubblicherà degli articoli redatti dal NCI su differenti aspetti della situazione in Argentina o internazionale (in particolare sul movimento dei “piqueteros”).

Nel maggio 2004 il NCI, che ha preso conoscenza dei Bollettini della pretesa “Frazione interna della CCI” (FICCI), decide all’unanimità di inviare alla CCI una “Presa di posizione” (datata 22 maggio), nella quale esso afferma di “considerare la FICCI come un’organizzazione al di fuori della classe operaia, di cui preconizziamo l’esclusione e l’espulsione dal seno del proletariato, a causa della sua condotta di carattere borghese”. Dei larghi estratti di questa “Presa di posizione” sono stati pubblicati nella nostra stampa in spagnolo ed in francese e sul nostro sito Internet.

Nell’agosto 2004, un secondo incontro ha avuto luogo in Argentina tra il NCI e la CCI. Il 27 agosto la CCI tiene la sua prima riunione pubblica a Buenos Aires (di cui facciamo un resoconto nella nostra stampa territoriale in francese e spagnolo).

All’inizio del soggiorno della delegazione della CCI, un membro del NCI, B., spinge perché la CCI pubblichi immediatamente un comunicato che annunci che il NCI sarà integrato nella CCI. Gli altri compagni del NCI valutano invece (ed era anche la nostra opinione) che non era opportuno precipitare un tale processo di integrazione. Durante tutto il periodo il cui la nostra delegazione è stata sul posto, B. non ha in alcun momento espresso il benché minimo disaccordo con la CCI.

Nel mese di settembre, B. invia alla CCI varie mail provocatrici allo scopo di spingere la CCI a rompere con lui (e con il NCI a nome del quale lui parla, mentre gli altri compagni del NCI non sono neanche al corrente delle lettere scambiate tra B. e la CCI). Non è che alla vigilia della riunione pubblica del BIPR, a Parigi il 2 ottobre, che la CCI ha scoperto per caso, attraverso un legame sul sito Internet del BIPR, l’esistenza di un “Collettivo di Comunisti internazionalisti” che si è accertato poi essere ... il famoso “Circulo”!

 Un impostore al di sopra di ogni sospetto

Quindi, mentre la delegazione della CCI era ancora a Buenos Aires alla fine di agosto, il cittadino B. aveva già voltato faccia e non ha avuto né il coraggio, né l’onestà di informarci dei suoi “cambiamenti” di posizione. In più, già da qualche tempo egli discuteva sottobanco con la FICCI, pur continuando ad imbrogliarci fino a voler precipitare l’integrazione del NCI nella CCI. Il doppio (o triplo?) gioco di questo individuo (e la sua incredibile faccia tosta!) è stato scoperto dalla CCI solo dall’inizio di ottobre. In seguito alla pubblicazione da parte della FICCI della sua prima Dichiarazione fatta a nome del NCI, la CCI ha iniziato a rendere pubblico il carattere torbido dei comportamenti di questo preteso “circulo” (2).

Da questi fatti deriva che:

-questo “circulo” non rappresenta che un solo individuo, l’elemento B., che era membro del NCI ed ha rotto con la CCI (senza aver emesso il minimo disaccordo) per avvicinarsi alla FICCI ed al BIPR;

-gli altri membri del NCI non hanno rotto con la CCI, come pretendono la FICCI ed il BIPR sul loro sito Internet.

Ed è proprio per questo che noi abbiamo potuto smascherare questo impostore. Abbiamo saputo attraverso una nostra telefonata (che rivelerebbe “le metodologie nauseabonde della CCI”, secondo i termini usati dal signor B.), che gli altri compagni del NCI non erano assolutamente informati dell’esistenza di questo “Circulo” che pretendeva di rappresentarli! Loro non conoscevano l’esistenza delle sue “Dichiarazioni” nauseabonde contro la CCI le quali, come ripetono con insistenza, sarebbero stare adottate... “collettivamente” a “l’unanimità” e dopo “consultazione” di tutti i membri del NCI! Il che è una pura menzogna.

L’elemento B. aveva redatto DA SOLO (all’unanimità degli assenti!) queste “Dichiarazioni” calunniose contro la CCI.

Come ha potuto agire all’insaputa del NCI?

Nei fatti questo elemento era il solo a detenere le chiavi degli strumenti informatici del NCI (indirizzo e-mail, sito Web), il che gli ha permesso di costituire alle spalle dei compagni del NCI un gruppo fittizio (il famoso “Circulo”) che parlava a nome e al posto del NCI (vedi il nostro articolo su Internet, in lingua francese e spagnola: “Impostura o realtà?”). I militanti del NCI, non avendo i mezzi per accedere a Internet, non potevano scoprire le sue manovre. Nei fatti, questi hanno iniziato a prendere conoscenza dei testi pubblicati a loro nome, così come delle lettere scambiate nel corso dell’ultimo periodo tra la CCI ed il NCI (in realtà il solo B. visto che lui sequestrava la corrispondenza elettronica), solo quando la CCI ha inviato loro questi documenti attraverso la spedizione postale.

Quale significato bisogna dare alle “metodologie nauseabonde” di questo impostore?

In tutta evidenza le sue azioni torbide sono quelle di un elemento manipolatore che non ha nessuna convinzione politica reale e che, come la FICCI, non trova posto nel campo del proletariato. Il carattere grossolano delle sue menzogne, come la sua febbrile agitazione su Internet, ci avevano permesso di affermare, ben prima che il NCI scrivesse la sua Dichiarazione, che “solo quelli che hanno, non un ‘piccolo nucleo’, ma un pisellino al posto del cervello” potevano credere a queste frottole (Vedi sul nostro sito Internet: “Circulo de Comunistas Internacionalistas”: Una nuova strana apparizione).

È quello che è successo alla Ficci ed al BIPR che hanno dato credito alle menzogne del “Circulo” annunciando pubblicamente che il NCI aveva rotto con la CCI e, soprattutto, pubblicando sul loro sito Web (in più lingue) la sua seconda Dichiarazione, del 12 ottobre, che ha la pretesa di “dimostrare” la “nauseabonda metodologia della CCI”. Giocando con il suo computer, il nostro Webmaster (e grande bugiardo!), era riuscito a farsi conferire un posto da superstar internazionale grazie alla chiassosa pubblicità non solamente della FICCI, ma anche del BIPR.

Che la FICCI abbia fatto un’alleanza entusiasta con il cittadino B. non ha niente di sorprendente: chi si somiglia si accoppia. Ma ben più grave è il fatto che una organizzazione della Sinistra comunista, il BIPR, abbia potuto servire a dar valore all’elemento B. e dare una cauzione ai suoi metodi “nauseabondi”.

Questo “circolo di comunisti(a) internazionalisti(a)” non è nient’altro che una gigantesca impostura.

È nostra responsabilità denunciarlo come tale e mettere in guardia l’insieme del campo politico proletario contro le azioni di questo “circolo” particolarmente... vizioso!

La CCI (3 novembre 2004)

[1] Le Dichiarazioni del:

- 2 ottobre nella quale il “Circulo” solidarizza con la FICCI (pubblicata sul sito Web della FICCI);

- 12 ottobre “contro la metodologia nauseabonda della CCI” (pubblicata sul sito della FICCI e del BIPR);

- 21 ottobre intitolata “Risposta al supplemento Révolution Internationale de France” che esiste oggi solo in spagnolo sul sito del “Circulo”.

2) Vedi i nostri tre articoli su Internet in lingua francese e spagnola sul “Circulo de Comunistas Internacionalistas”: “Una strana apparizione”, “Una nuova strana apparizione”, “Impostura o realtà?”

Geografiche: 

Correnti politiche e riferimenti: